Presentazione del carro "Clinique Economia Prosperosa" Stampa
Scritto da Administrator   
Lunedì 15 Febbraio 2010 17:35

FRAZIONE SELVOLE

“ CLINIQUE ECONOMIA PROSPEROSA”

 

Il carro di Selvole tratta un argomento di costume.

Oggi è assai frequente incontrare persone che fino a ieri avevano la vostra età e l’aspetto dei comuni mortali: palpebre cadenti, naso grosso, zampe di gallina, maniglie dell’amore, pancia del benessere e celllulite a iosa!!

Non le riconoscete più !!!

Sono improvvisamente ringiovanite: hanno occhi splendenti, zigomi alti, labbra sensuali, nasino alla francese e un corpo da sballo!

Miracolo!

Qual è il segreto di tale trasformazione?

Un viaggio a Lourdes?

Un incantesimo di Maga Magò?

No signori !! Il segreto è gelosamente custodito nelle favolose preparazioni a base di: botulino, collágene, silicone e chi più ne ha più ne metta!

Ma non solo! Che dire delle attrezzatissime sale chirurgiche di luccicanti cliniche etetiche? Qui, luminari di grido e dottori abilissimi tagliano! tolgono! tirano! gonfiano! alzano! aggiungono! modellano! … in una parola: “te set mia pö te”.

Ma questo, purtroppo, non è per tutti! Non è gratis! Anzi, il costo a volte fa rizzare i capelli a padri e mariti, fa svuotare i forzieri di insoddisfatte pulzelle o decadute madame, fa staccare corposi assegni a flaccidi giovanotti. Un turbinio di denaro che finisce nelle casse di avidi speculatori, complici case farmaceutiche, ammalianti beauty center, astuti artisti del bisturi.

Una florida economia!

Guardando il carro di Selvole, infatti, a nessuno può sfuggire quanto sia florida e prosperosa questa economia!!

Possiamo senz’altro dire che è un settore che tira!

E chissà quanti di voi stanno pensando di prendere in considerazione un piccolo ritocco. La “clinique ECONOMIA PROSPEROSA” di Selvole vi sta aspettando!!

Ricordate quella coppia, un po’ avanti nell’età, che voleva rivivere l’emozione del viaggio di nozze in crociera. Stesso viaggio, stessa cabina, stesso periodo. A cena stesso tavolo e stessa musica di sottofondo a lume di candela. A un certo punto lei dice: “Giovanni, sai che abbiamo avuto proprio una bella idea? Sai che mi sento ringiovanita? Sai che sento un gran calore al petto?” E Giovanni: “ Rusina, arda che te ghet na tetö en del brö”. Prima del viaggio sarebbe stato meglio che Rosina andasse alla “clinique ECONOMIA PROSPEROSA” e ci avrebbero pensato i selvolesi a consigliarle di …. non mangiare brodo!!