Presentazione del carro "Angeli e Demoni" Stampa
Scritto da Administrator   
Lunedì 15 Febbraio 2010 17:00

FRAZIONI LODOLO — LISNETTA

"ANGELI E DEMONI"

 

Nel mezzo del cammin di nostra vita

il carneval quest’oggi qui c’invita;

ci ritroviam assieme in questa piazza

con la folla che a gran voce schiamazza.

 

Ma ecco sopraggiunger il nostro carro

che vuol narrar d’un soggetto un po’ bizzarro:

"Angeli e Dèmoni" è il nome che abbiam dato,

che con grande perizia è stato creato.

 

La nostra storia narra di un angioletto,

molto carino: sembra quasi un folletto;

nell’Eden, fra tante figure di sante

lui si dimostra alfin un gran lavorante.

 

Ad un turno gravoso come sentinella

fa ora la sua solita pennichella.

Verrà disturbato proprio sul più bello,

manco fosse un racconto di Pirandello.

All’improvviso: aiuto! che mai succede?

Una figura maligna s’intravvede.

Ma appare come qual fosse un bell’Antonio:

dagl’inferi spuntan corna d’un demonio.

 

Col forcone rovente rivolto all’ingiù:

È proprio lui! Il malefico Belzebù,

circondato da dèmoni e demoniette;

quest’ultime di lui son le predilette.

 

Giunto così di soppiatto in Paradiso,

vuole un didietro inforcare di preciso.

Visto che l’angiol non può certo girarsi,

il diavol ne approfitta, guai a sottrarsi!

 

Il sonno dell’angelo fu sì interrotto

tanto che ora ci s’aspetta un quarantotto.

Ma lui, per nulla atterrito e senza fretta,

affabilmente dal cul gli fa trombetta.

 

Signore e signori, abitanti di ‘sto paese,

tutti noi riuniti sotto questo cielo turchese;

assistiamo alla dura lotta tra il bene ed il male

che si è risolta grazie ad un problema intestinale.